Animatore

L’animatore utilizza un approccio relazionale finalizzato a ridurre lo stress nonché a mantenere “la dignità ed il benessere dell’anziano”.

Tale approccio parte dal presupposto che “ciò che l’anziano vive dentro di sé è la sua realtà ed, in quanto tale, va accettata, condivisa e riconosciuta”.

Le attività di animazione hanno come obiettivo:

  1. migliorare il benessere della persona potenziando le capacità di espressione, la creatività, la manifestazione di emozioni e di affetti
  2. stimolare le abilità manuali, favorire il rilassamento e migliorare il tono dell’umore
  3. rallentare il decadimento psicofisico lavorando sul mantenimento delle abilità residue e riattivando, nel contempo, le funzioni cognitive e le capacità socializzanti